Informativa Cookies

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetto' acconsenti all'utilizzo dei cookie.Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa a questo link INFORMATIVA COOKIES

Traduci

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il corretto utilizzo delle pietre all'interno del giardino giapponese

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

L'ikebana è forse l'arte più mutevole di quelle giapponesi soprattutto a partire da scuole come l'Ohara che ha inventato il moribana (quindi una composizione in lunghezza e non la tradizionale in altezza), ma soprattutto la Sogetsu che ne fa una vera e propria scultura e introduce il concetto di “stile libero”.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La maggior parte dei giardini giapponesi, che come le case tendono ad essere piccoli, spesso sono racchiusi in una cornice che fa da recinzioni: i maestri giardinieri durante la realizzazione cercano con dei trucchi prospettici di creare un'atmosfera di calma e di quiete, creando una divisione marcata tra il mondo caotico della città e il mondo del giardino.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Imparare l'arte dell'ikebana non vuol dire prendere lezioni su come si dispongono i fiori in maniera artistica, ma compenetrare una visione del mondo aliena al nostro modo di vivere la quotidianità. In Italia spesso c'è il fraintendimento che l'ikebana sia prettamente un'arte femminile. Nel nostro immaginario c'è la classica scena della geisha che compone ikebana. In realtà, come tutte le arti giapponesi, era di esclusivo appannaggio degli uomini tanto e vero che solo dalla metà del periodo Edo (1600-1868) le donne giapponesi iniziarono ad accedere a quest'arte dopo secoli che era nata.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Simbolo ed espressione dell’affascinante cultura giapponese, le kokeshi (こけし) sono bambole tradizionali provenienti dalla regione del Tohoku, una zona molto conosciuta per le sue onsen (terme). La loro origine e perfino l’etimologia risultano incerte infatti, soltanto nel 1939, durante la Kokeshi National Convention (全国こけし大会), è stata ufficialmente accettata la scrittura in hiragana per ovviare alle numerose ipotesi circolanti.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Lo Zen rappresenta nel pieno senso della parola una religione filosofica che permea di significato la vita degli orientali (ed in particolare dei giapponesi). Una dimensione, questa, che andrebbe più correttamente osservata dall'interno, attraverso la sua pratica, per non incorrere nel paradosso di applicare categorie estranee a contesti culturali differenti dai propri.

Vai all'inizio della pagina