Informativa Cookies

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetto' acconsenti all'utilizzo dei cookie.Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa a questo link INFORMATIVA COOKIES

Traduci

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il termine taiko (太鼓) indica genericamente tutti i tamburi giapponesi, ad eccezione di quelli a clessidra (definiti tsuzumi). La tipologia più nota in Occidente, grazie a gruppi come Kodō, è quella del grande tamburo giapponese a forma di barile.

taiko

I tamburi definiti taiko e maggiormente impiegati nelle tradizioni giapponesi sono sostanzialmente riconducibili a due tipologie, entrambi bipelli e percossi con una coppia di bacchette: i già citati tamburi a barile e i tamburi cilindrici. Con la parola giapponese Taiko non si intende solo lo strumento musicale, il tamburo, ma anche il genere musicale cui esso da vita e la forma di spettacolo ad esso intimamente legata. Nelle esecuzioni di gagaku vengono utilizzati tre tipi di taiko (denominati genericamente gakudaiko), che vengono generalmente appesi ad apposite intelaiature di legno e suonati percuotendoli da una parte sola con mazze di legno ricoperte di cuoio:

· il dadaiko [grande taiko] viene usato soprattutto nel bugaku ed è il tipo più grande di taiko,potendo raggiungere anche 2 metri di diametro. Il suo uso è documentato a partire dall'VIII secolo (nei documenti che descrivono la cerimonia di apertura degli occhi del Grande Buddha del Tôdaiji) ma i primi esemplari a noi giunti risalgono al periodo Kamakura. È uno shimedaiko e viene suonato con una grande mazza ricoperta di cuoio;

· lo tsuridaiko è il tipo usato più comunemente nel kangen e viene chiamato anche gakudaiko in senso stretto. Ha il corpo formato da un cilindro largo (54 cm) e corto (21 cm);le pelli sono fissate al corpo per mezzo di chiodi (cioè non è uno shimedaiko);

· il nidaiko [taiko portatile] viene usato in occasione di processioni.

La tecnica esecutiva del taiko nel gagaku comprende due tipi di colpi:

· mebachi ["colpo femminile"]: colpo leggero inferto con la mazza tenuta nella mano sinistra, immediatamente alla sinistra del centro del tamburo;

· obachi ["colpo maschile"]: colpo deciso inferto con la destra nel centro del tamburo.

I tamburi giapponesi, Taiko, sono per tradizione strumenti usati nella musica popolare e religiosa: durante le occasioni di festa in Giappone, i cosiddetti matsuri, dove non manca mai un’esibizione di Taiko. In Giappone sono oltre 160.000 i gruppi amatoriali di Taiko.

 

Vai all'inizio della pagina