Informativa Cookies

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetto' acconsenti all'utilizzo dei cookie.Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa a questo link INFORMATIVA COOKIES

Traduci

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Questa settimana ci occupiamo di un simbolo che rappresenta coraggio e perseveranza per le quali ottiene il dono dell’immortalità, ma allo stesso tempo è anche simbolo che indica amore e amicizia grazie alle quali ottiene un valore di sacralità… parliamo della KOI. La carpa Koi (鲤) più specificamente Nishikigoi (锦鲤, pron. Niscichigoi, Letteralmente "carpa broccata") o carpa giapponese, sono le varietà ornamentali addomesticate della carpa comune (Cyprinus carpio).

koi images

Le Koi sono state sviluppate dalla carpa comune nell'antica Cina durante la Dinastia Jin. La carpa comune è stata introdotta in Giappone attraverso la Cina nel XV secolo e da qui si iniziò la classificazione e la produzione di carpe con colorazioni differenti. Le varie tipologie vennero riunite nel 1914 a Tokio ove si tenne la prima di una serie di esposizioni annuali sull'argomento. A questo punto l'interesse per le koi esplose in tutto il Giappone e poi nel mondo. Le carpe Koi sono allevate e utilizzate per decorare laghetti da giardino in quanto caratterizzate da colori brillanti e corpo dalla notevole bellezza, pesci dal grande fascino e dal carattere mansueto e intelligente, e dalla grande longevità visto che le koi hanno una durata di vita che può superare i 100 anni. Negli ultimi anni la passione per le carpe Koi si sta diffondendo anche in Italia, e sono sempre più le persone che si avvicinano al mondo delle Koi creando laghetti e vasche per ospitare questi pesci che diventano veri e propri animali da compagnia, infatti in Giappone il termine Koi che significa "carpa" indica "amore e amicizia" e in Oriente sono considerate "sacre" e si svolgono vere e proprie competizioni dove vengono valutati e premiati gli esemplari migliori. Le vere carpe koi sono considerate quelle nate e allevate in Giappone che rispondono alle caratteristiche delle differenti varietà di carpe koi, e per valutare la qualità di un esemplare si esamina la qualità del colore e la definizione dei bordi, la disposizione delle scaglie e la body line. I migliori allevamenti giapponesi e il prezzo degli esemplari parte da circa 50 euro per gli esemplari più piccoli e può arrivare a diverse migliaia di euro per gli esemplari più grandi, alcuni esemplari di carpe koi sono stati venduti ad oltre 100 mila euro! Il prezzo di una carpa Koi giapponese dipende quindi dalla qualità e dalla grandezza, le Koi più piccole vengono chiamate Tosai mentre le più grandi Jumbo Koi, e le piccole carpe koi di 10-15 centimetri raggiungo dimensioni di 40 centimetri in soli 2-3 anni, arrivando in 5-6 anni anche a 80 centimetri e oltre per poi stabilizzarsi.

Per la crescita delle carpe koi molto dipende dall' ambiente e dall' alimentazione, carpe inserite in un acquario cresceranno meno di carpe immesse in un grande laghetto alimentate con mangime di alta qualità con un buon filtraggio che garantisce acqua ottimale. Infatti le carpe koi sono pesci abbastanza delicati, e necessitano di valori dell'acqua consoni e spazio, quindi è consigliabile tenere a mente che sono consigliabili 1.000 litri acqua ogni Koi adulta, valore in litri che scende leggermente con l' aumentare del volume, ad esempio in un laghetto di 5.000 si potrebbero ospitare anche 6-7 carpe adulte, sempre se il filtraggio è ottimale. Il filtraggio è infatti essenziale per i laghetti con carpe koi, per garantire una buona salute dei pesci, quindi è necessario munire il laghetto di un filtro, preferibilmente un filtro a camere, oppure un filtro a pressione, cercando la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Di solito comunque si utilizzano sistemi di filtraggio che combinano filtri biologici, quindi con cannolicchi, bioballs, acquarock..., e sistemi di filtraggio meccanico con spugne, spazzole... oltre a lampade UV. Altro fattore molto importante per la salute delle carpe Koi è l'alimentazione, infatti utilizzando mangimi di alta qualità e ricchi di vitamine e preziosi nutrienti che permettono una migliore e maggiore crescita e colori più vivaci e brillanti. E' importante inoltre somministrare la giusta quantità di cibo, ovvero quanto ne riescono a mangiare in pochi minuti, e interrompere la somministrazione nei mesi più freddi quando le carpe koi rallentano il metabolismo o utilizzare mangimi appositi per le temperature più fredde. Le koi più diffuse e apprezzate sono quelle a prevalenza di colore arancio, ovvero facenti parte della categoria GoSanke, cioè la Kohaku, la Sanke e la Showa. Molto popolari sono anche la Tancho, ovvero la carpa koi con il cerchio rosso sulla testa, le Asagi, Goshiki , Ochiba, Bekko. Le varietà poi possono distinguersi in altre sottovarietà, denominate ad esempio con il nome di Ginrin per le carpe luccicanti, Doitsu per le carpe senza sceglie o Butterfly per le carpe a pinne lunghe.

La carpa koi è una delle caratteristiche tipiche dell’iconografia del tatuaggio giapponese e il loro significato primario risiede nel coraggio, nella perseveranza e nella virilità. In genere viene tatuata rivolta verso l’alto perché risale la corrente delle cascate ed affronta le avversità, per questo motivo nell’antichità era il tipico soggetto per giovani ragazzi che aspiravano alle tipiche virtù virili. Si dice che la carpa sia in grado di risalire agilmente le cascate e, se catturata, affronti la lama del coltello senza ombra di paura, così come un samurai affronta la lama nemica. Ci sono anche delle teorie secondo le quali le carpe koi sarebbero lo stato embrionale del drago e una volta risalita la cascata si trasformerebbero appunto in un drago, simbolo di immortalità. La carpa koi ha una connotazione fortemente mistico/religiosa, infatti questi pesci sono sempre presenti nei laghetti dei templi giapponesi, in vari colori e in varie grandezze, per ricordare a tutti che l’immortalità alberga in quel luogo. Un'antica leggenda cinese racconta di una carpa coraggiosa e perseverante che riuscì a risalire la cascata situata sulla porta del drago, lungo il Fiume Giallo, superando ostacoli e spiriti malvagi. Gli dei, impressionati da tanto coraggio, la trasformarono in un grande drago, sotto forma di drago la carpa acquisisce il dono dell'immortalità ed è divenuta il simbolo di chi aspira a compiere grandi imprese e non teme di affrontare le avversità della vita. Questo percorso iniziatico simboleggia il percorso dell'essere umano stesso che, se sviluppa in sé costanza e perseveranza, può emergere dalle bassezze della vita e divenire erudito e cosciente di sé, uomo superiore. Quindi secondo la leggenda la carpa è il più coraggioso dei pesci, perché risale a nuoto le cascate e accetta con dignità la morte inevitabile. In Giappone si dice che, a differenza degli altri pesci che tentano di fuggire, quando si trova sul tagliere la carpa non trema e rimane immobile. Allo stesso modo affronta la morte un samurai e così dovrebbe fare il vero uomo.

Classificazione:

1. Kohaku: pesce bianco con macchie rosse. Rosso sul muso e disposizione omogenea (meglio se simmetrica) delle macchie su tutto il corpo.

2. Taisho-Sanke: pesce a tre colori, quelli base sono quelli della Kohaku più il nero. Grosse macchie rosse sulla testa. è una delle carpe più amate in Giappone, mentre è poco apprezzata in Europa.

3. Showa-Sanshoku: pesce a tre colori. Colore base nero, con macchie rosse e bianche.

4. Bekko: pesce bicromo con segni neri sovrapposti ad un altro colore la classificazione dipende dal secondo colore.

5. Utsurimono: pesce bicromo, il cui colore principale è il nero con macchie del secondo colore. Esistono diverse varizazioni, come la Shiro-Utsuri che presenta macchie bianche sul corpo nero.

6. Asagi: pesce con livrea grigio-azzurrina con bordo bianco. Pancia, pinne e branchie rosse.

7. Shusui: simile alla Asagi ma con effetti metallici.

8. Koromo: pesce con scaglie bordate di blu, sulle caratteristiche di base della Kohaku.

9. Ogon: pesce monocolore dall'apetto metallico: i più apprezzati sono platino, bianco e dorato.

10. Hikari-Moyomono: pesce dall'aspetto metallico che presenta sempre più di un colore.

11. Hikari-Utsurimono: pesce dall'aspetto metallico (Ogon), normalmente lucido (Hikari), con colorazione simile alla varietà Showa-Sanshoku, quindi a tre colori.

12. Kawarimono: pesci privi di riflessi metallici che non appartengono alle altre categorie. Comprende le Karasugoi e le Matsubagoi.

13. Kinginrin: pesce con squame molto brillanti e argentee.

14. Tancho: pesce con macchia rossa sulla testa, di forma normalmente tondeggiante, ovale e, a volte, a forma di cuore. La maculatura ideale della Tancho è tondeggiante, ben localizzata sul capo e netta. Esistono poi macchie molto apprezzate come quelle a cuore e quelle ovali con la parte allungata rivolta verso il muso e il dorso della carpa.

Vai all'inizio della pagina