Informativa Cookies

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetto' acconsenti all'utilizzo dei cookie.Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa a questo link INFORMATIVA COOKIES

Traduci

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Il 15 marzo gli abitanti del piccolo villaggio di Komaki, a circa 400 km a sud di Tokyo, celebrano la festa della fertilità chiamata Hounen Matsuri.

Si dice che questa festa, nasce da una leggenda si dice, che a Kawasaki, vi era una ragazza posseduta da un demone, che si trovava nella sua vagina che castrava, mordendo i peni dei ragazzi che provavano a possederla... un giorno però, un giovane fabbro ebbe la brillante idea di costruire un fallo d'acciaio, con il quale penetrò la giovane ragazza sconfiggendo così il demone!!

fertilita

Molti, invece, sostengono che il festival del pene è una manifestazione che trova fondamento nella cultura agricola del Giappone, che attraverso la celebrazione di un simbolo fallico speravano di ottenere un buon raccolto e promuovere la fertilità della terra e quella degli uomini.

La sfilata è preceduta da sacerdoti shintoisti assorti in preghiera per la parte spirituale del rito, mentre, subito dopo segue la processione che è accompagnata dalla musica dei flauti di bambù e il canto degli uomini che trasportano a spalla la scultura in legno, ricavata dal tronco di cipresso precedentemente purificato, di 3 quintali circa. In coda si trovano le signore che portano falli di legno lunghi 60 cm. e sono scelte per partecipare in questo ruolo per la loro età, infatti, sono tutte 36enni, che in Giappone è considerata un’età sfortunata e che richiede necessariamente un intervento divino. Allo stesso modo, tutti gli uomini che portano il pene in processione, hanno 42 anni, anch’essa considerata età sfortunata per il maschio giapponese e che quindi richiede fatiche spirituali come trasportare un fallo gigantesco per le strade della propria città. Al termine della sfilata il fallo gigante viene conservato nel santuario come auspicio di un anno prospero e fecondo. All’interno del tempio vi sono anche degli ex voto per ringraziare supposte benedizioni concesse. Accade che questi oggetti vengono anche occasionalmente prestati alla gente che chiede una benedizione. Funzionerà?

Vai all'inizio della pagina