Informativa Cookies

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetto' acconsenti all'utilizzo dei cookie.Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa a questo link INFORMATIVA COOKIES

Traduci

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

L’estetica è stata definita tradizionalmente come lo studio del bello. Alcuni studiosi la hanno definita lo studio delle arti. Altri hanno preferito trattare sia il bello sia l’arte, separando i due campi dell’estetica, ma analizzandoli entrambi.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Gli stili sono stati codificati dalle scuole giapponesi di bonsai, derivano dall’osservazione delle piante più rappresentative cresciute in luoghi e climi diversi. E’ da notare che ogni pianta in natura, nella sua lunga vita, elimina cio’ che non le serve, con la maturità resta quella vegetazione che le è indispensabile; l’equilibrio vegetativo vitale si riflette in ogni sua parte.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il termine giapponese è bunjinji, che è la traduzione del termine cinese wenjen, il nome dei dotti maestri d’arte cinesi. La rappresentazione degli alberi raffigurati nei loro dipinti è stata la fonte che ha ispirato questo raffinatissimo stile. Lo stile dei Letterati vuole rappresentare ciò che si osserva in circostanze particolari in natura: quando un albero nasce e si sviluppa su una spiaggia, quindi in presenza di fattori atmosferici come vento, acqua salmastra, rialzi termici etc.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

La valutazione di un bonsai richiede conoscenze botaniche, filosofiche, culturali, estetiche, collegate tra loro in un unico bagaglio, senza che nessuna, singolarmente, prevalga sull’altra. Oggi si giudica un bonsai quasi esclusivamente basandosi sul lato estetico occidentale, tralasciando, non soltanto i concetti filosofici da cui il bonsai è nato, ma anche tutte le caratteristiche botaniche, proprie di ogni pianta.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Nella traduzione letteraria degli ideogrammi che formano la parola bonsai, sono legati albero e vaso, un insieme che deve soddisfare tanto le necessità fisiche di coltivazione della pianta quanto quelle estetiche. La forma originale del vaso è quella della mano vuota, per raccogliere l’acqua o per conservare i cibi. Il simbolismo della mano vuota che si apre, conserva e protegge, corrisponde anche al significato di un vaso bonsai. Il vaso protegge le radici ed evita che la terra si asciughi e si disperda.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Cercherò di illustrare in maniera chiara tutto quello che ho compreso e percepito sul wabi e sabi dal Maestro H. Suzuki anche se, con esempi concreti si rischia di diventare un po’ banali. Questi principi estetici una volta acquisiti influenzano fortemente il modo di intendere il bonsai e lavorare gli alberi.

Vai all'inizio della pagina